"Disegnare oggi la scuola di domani - Esserci. Fare. Cambiare", questo il tema del 7° Congresso nazionale della Cisl Scuola che si terrà dal 16 marzo al 18 marzo 2022, al "Palacoingressi" a Riuccione.

Al 7° Congresso, con il segretario generale Cisl Scuola Puglia, Roberto Calienno, i segretari territoriali, i dleegati eletti.

Al termine dei lavori, i 275 delegati, eleggeranno il nuovo Consiglio generale Cisl Scuola che, a sua volta, eleggerà segretario generale e segreteria nazionale.

Il Congresso sarà trasmesso in diretta streamin dalle ore 9.30 del 16 marzo.

- Il programma

 È il titolo della campagna di raccolta fondi avviata dalla Cisl in tutti i luoghi di lavoro, nelle categorie, tra i pensionati, sui territori e nelle comunità locali per realizzare progetti umanitari a sostegno di profughi e popolazione colpite dall’aggressione russa.

La sottoscrizione prevede l’istituzione di uno specifico fondo di solidarietà in cui lavoratori, pensionati, strutture sindacali potranno dare il proprio contributo.

Le donazioni possono essere effettuate all’IBAN

IT64M0103003201000004444436

intestato al “Fondo di Solidarietà per Ucraina” con causale “Donazione”.

Il ricavato sarà devoluto alla Croce Rossa Italiana per finanziare progetti a favore dei rifugiati e delle famiglie ucraine coinvolte dalla guerra.

Cisl Scuola Puglia e Tecnodid Editrice hanno organizzato il Corso di preparazione al concorso ordinario per la scuola secondaria 1° e 2° Grado.
Strutturato in due parti; la prima parte comune di area generale attraverso test, competenze digitali con webinar e test, e lingua inglese con webinar e test; la seconda su aree disciplinari mediante quesiti e webinar.
Gratis la prima e la seconda parte per gli iscritti alla Cisl Scuola Puglia.
Due i libri a scelta tra: il manuale "Guida ai concorsi", supplento al manuale "Guida ai concorsi", "Richiamo all'Europa"; "Atlante delle Riforme (Im)possibili".
In promozione a 70 euro per gli iscritti alla Cisl Scuola Puglia.
Per iscrizioni https://forms.gle/W9uJMtdiwj1Vdx287
Gli iscritti riceveranno il link per la partecipazione al webinar di presentazione del percorso previsto per la fine del mese di febbraio.

- La locandina del Corso di preparazione

Sulla vicenda della firma del CCNI sulla mobilità del personale della scuola, dapprima - lo scorso 11 febbraio, Lena Gissi, segretario generale Cisl Scuola, che richiamando l’accorato appello “per una nuova stagione di unità, da sostenere dal basso, a partire dagli interessi delle lavoratrici e dei lavoratori”  ha ribadito che  “È proprio in nome di quegli interessi, ai quali è stata data assoluta priorità, che la CISL Scuola ha scelto di firmare un accordo rinnovando il contratto ed evitando così di lasciare campo libero ad atti unilaterali conformi ai vincoli imposti dalla legge e già operanti negli ultimi due anni. Questa la verità dei fatti, che non può essere scalfita da bugie e insolenze”.

Ieri, 13 febbraio, l'Esecutivo nazionale della Cisl Scuola è intervenuto con fermezza “sulle recenti prese di posizione di alcune sigle non firmatarie del CCNI, con attacchi portati alla CISL Scuola attraverso dichiarazioni fondate sulla distorsione dei fatti ed espresse in qualche caso con toni e accenti offensivi” che “determinano una situazione in cui rischia di essere difficilmente recuperabile una frattura che investe il piano dei riferimenti di identità e valori cui fanno riferimento modelli diversi di azione sindacale, con possibili ripercussioni negative su una consolidata pratica di azioni unitarie condotte a tutti i livelli”.

- Centralità della contrattazione come ambito fondamentale e primario di azione del sindacato. Documento dell'Esecutivo CISL Scuola / Esecutivo Cisl Scuola - 13 FEB 2022

- Sulla mobilità abbiamo messo davanti a tutto gli interessi di chi lavora, inaudite offese dalla Flc CGIL / Lena Gissi - 11 FEB 2022

Il Ministero dell'Istruzione, nella nuova bozza dell'ordinanza ministeriale, introduce, da quest’anno scolastico, due novità all’esame di Sato.

Le prove varranno per il 50% nel voto finale; l’altro 50% sara determinato dai crediti del triennio di ogni alunno.

Ai due scritti verrà assegnato il voto massimo di 15 punti, all’orale invece massimo 20 punti.

Il 2° scritto, che comunque non sarà nazionale, l'OM prevede che i docenti tiolari della disciplina oggetto del secondo scritto (latino al classico, matematica allo scientifico, inglese al linquistico) e che  fanno parte delle commissioni proporranno tre tracce sulla base dei documenti consegnati a maggio dai consigli di classe; il giorno del secondo scritto, 23 giugno, sarà estratta una delle tre trace uniformando così la prova almeno per ogni istituto. Prima, invece, per il 2° scritto ogni singola commissione preparava la prova, che sarebbe stata così differente per le classi.

E' quanto afferma Cisl Scuola, con propria comunicazione, in relazione al recente contratto integrativo sulla mobilità e, con chiarezza, precisa invece cosa sia falso, quali siano i rimedi apportati, la possibilità raggiunta per i neo assunto di presentare domanda di trasferimento.

Precisa, se al blocco dei trasferimenti si è riusciti a porre qualche rimedio lo si deve a chi non si è mai tirato indietro e ha costruito passo dopo passo, nella trattativa, una soluzione che pareva impossibile.
Afferma, ora c'è chi vorrebbe cancellare quel contratto, considerandolo illegittimo. Cancellando non i vincoli, che rimarrebbero ugualmente per tutti, ma la possibilità di fare domanda per i neo assunti. Questa sì che sarebbe una svendita.

- La locandina della CISL Scuola

Dopo due anni condizionati dalla pandemia da Covid, l’esame di Stato ritorna quasi del tutto alla precedente formula tradizionale. Le prove si svolgeranno in presenza, solo per il colloquio è prevista una deroga per gli studenti impossibilitati a muoversi da casa potranno sostenerlo on line.

Per gli studenti delle classi ultime delle scuole superiori, tre prove agli esami di Stato che inizieranno il 22 giugno: due scritte e il colloquio orale.

Per gli alunni di terza media gli esami (tra il termine delle lezioni ed il 30 giugno): una prova scritta d’italiano e una di matematica; il colloquio orale.

Tutti i docenti neoassunti, e quelli assunti nel 2020, grazie al contratto firmato potranno presentare, se vogliono, la domanda di trasferimento. Senza questo contratto, non ne avrebbero avuto la possibilità. Stiamo parlando di ben 70.000 persone potenzialmente interessate. Questo vale, al di là di critiche e polemiche più o meno pretestuose. Abbiamo tenuto assieme, come crediamo doveroso, gli interessi del personale e quelli della continuità didattica, che le norme contrattuali tutelano assai più di tante vuote affermazioni di principio.
Così, in sintesi, Lena Gissi, con proprio comunicato pubblicato nel sito della Cisl Scuola in cui precisa "Mettere in primo piano i diritti e i bisogni delle persone: lo chiediamo sempre alla politica, abbiamo il dovere di dare l’esempio come sindacati. La CISL Scuola lo ha fatto assumendosi la responsabilità di firmare un contratto che risolve concretamente un problema per decine di migliaia di persone, cosa che non sarebbe avvenuta se l’Amministrazione avesse semplicemente e rigidamente applicato, agendo in modo unilaterale, le norme di legge approvate di recente"

Conclude "Oggi, abbiamo seguito l’unica via sensata ottenendo un buon risultato per decine di migliaia di persone, e ne siamo soddisfatti".

Finalmente ottiene il via libera la proposta da tempo avanzata dalla CISL Scuola al tavolo negoziale per il contratto sulla mobilità. Una soluzione che consente, anche senza modifiche legislative, la presentazione delle domande di trasferimento a tutto il personale neo assunto. Il vincolo di permanenza triennale sulla sede di titolarità diventerà in sostanza operante a partire dal momento in cui questa viene acquisita, attraverso le regole definite nel contratto integrativo.
Premiato il lavoro che la CISL Scuola ha condotto con determinazione nel presidiare, anche da sola, il tavolo negoziale. Vi sono ora le condizioni per giungere alla firma del contratto, che potrebbe avvenire giovedì matttina una volta perfezionata la stesura del testo.

La Cisl Scuola, con IRSEF IRFED, ha organizzato l'incontro formativo per i dirigenti scolastici, iscritti alla Cisl Scuola, "L'obbligo vaccinale del personale scolastico", domani 18 gennaio dalle 15.30 in moidalità on line.

Interverrà Fabrizia De Cuia, responsabile dell'Ufficio Legale della Cisl Scuola nazionale; coordinerà Paola Serafin, segretario nazionale Cisl Scuola.

- La locandina con le informazioni utili per seguire l'iniziativa.

 

 

 

 

MANOVRA, domani, 18 dicembre 2021 dalle 9.30, a Roma in piazza Santi Apostoli la manifestazione nazionale Cisl: “Per lo sviluppo, il lavoro, la coesione, la responsabilità scende in piazza”

Le dichiarazioni rilasciate, a margine del 3° Congresso Cisl Scuola Taranto Brindisi - il 23 novembre scorso a Martina Franca (TA),  da Vito Alfonso, dirigente dell'UST VII Taranto; da Mimma Vozza, segretario generale Cisl Scuola Taranto Brindisi; e da Lena Gissi, segretario generale Cisl Scuola.

 

 

 

"Ho sempre molto piacere a tornare qui a Taranto, a stare con voi - che in tanti conosco da tempo, da tanto tempo", così in esordio Lena Gissi - segretario generale Cisl Scuola - dopo aver voluto direttamente, e sinceramente, ringraziare Roberto Calienno per "il significativo lavoro svolto per la Cisl Scuola di Puglia. Roberto è un dirigente di alto livello, ha costituito qui un gruppo, una squadra di alta efficienza, che vorrebbero altre regioni d'Italia".
Poi, delinea il quadro attuale della Scuola italiana, dei rapporti a livello nazionale, con il ministro Bianchi, con il premier Draghi. "Viviamo tempi difficili, duri - la pandemia ha aggravato esponenzialmente le difficoltà del sistema Scuola italiano - ma è necessario ritrovarci, confrontarci per affermare i nostri valori, quelli della Cisl tutta, per dare valore alla Comunità educante in cui - da tempo - indichiamo la nostra scuola. Da qui ringrazio tutto il personale delle scuole del territorio di Taranto Brindisi - per il loro senenso di responsabilità, per la loro professionalità dimostrata; da qui ripratiamo per ridisegnare la scuola futura, per i nostri giovani".
Mimma Vozza, segretario generale uscente Cisl Scuola Taranto Brindisi, “Oggi ci confronteremo non soltanto sulle necessità materiali, quelle economiche, della scuola ma soprattutto definiremo la scuola del futuro, quella che vogliamo; basata su professionisti rivolti alla Comunità, alla Società facendo squadra con Enti, Regione, Istituzioni, con la politica; perché la scuola deve ritornare al centro del Paese, perché la scuola è il bene del Paese. Avviamo i lavori di questa giornata alla presenza di autorità politiche, civili, religiose per proseguire un dialogo costruttivo, perché abbiamo a cuore il futuro di questo Paese e il benessere dei nostri ragazzi. Basti pensare che la maggior parte del personale è vaccinato, parliamo dell’85-90% del personale scolastico già vaccinato, e sono tutti in attesa della terza dose. Lavorare in presenza comporta dei rischi e, al contempo, significa dimostrare un grande senso di responsabilità nei confronti dei nostri ragazzi; grande senso di responsabilità di dirigenti scolastici, docenti, personale ATA, educatori tutti impegnati a non interrompere il legame, il rapporto con i ragazzi, con i nostri ragazzi, a renderlo invece costante”.
Al 3° Congresso della Cisl Scuola Taranto Brindisi, tanti gli intervenuti tra cui il dirigente dell'UST di Taranto, Vito Alfonso; il responsabile dell'INAS di Taranto, Salvatore Di Noi; il segretario generale Cisl Taranto Brindisi, Gianfranco Solazzo; Gianni Liviano, dell’associazione “La Città che vogliamo”; Carmine Carlucci, del comitato “Qualità della Vita”; i parlamentari Rosalba De Giorgi e Mario Turco.
Il dibattito ha visto la partecipazione di diversi dirigenti e delegati sindacali.
Dopo le conclusioni di Lena Gissi, è stata posta in votazione la Mozione congressuale che è stata approvata all'unanimità.
Nel pomeriggio, infine, la votazione con l'elezione del nuovo Consiglio generale della Cisl Scuola Taranto Brindisi: confermata la squadra di dirigenti al vertice composta da Roberto Calienno, Mimma Vozza, Cosima Gismondi e Fabio Mancino.
Ha presieduto il 3° Congresso Cisl Scuola Taranto Brindisi Roberto Calienno, segretario generale Cisl Scuola Puglia.

- "La scuola riflette sul suo futuro. Cisl Scuola: organici da ripensare" - Nuovo Quotidiano di Puglia - Eugenio Caliandro / 24 NOV 2021

- Intervista a Mimma Vozza - TRM - Alessandra Martellotti - 23 NOV 2021

Al via il 3° Congresso Cisl Scuola Taranto Brindisi.  Al tavolo Roberto Calienno, segretario generale Cisl Scuola Puglia; Mimma Vozza, segretario generale Cisl Scuola Taranto Brindisi; il segretari Cisl Scuola Taranto Brindisi Fabio Mancino e Cosima Gismondi; il segretario generale Cisl Taranto Brindisi, Gianfranco Solazzo; e Lena Gissi, segretario generale nazionale Cisl Scuola.

L'apertura dei lavori di Roberto Calienno con gli adempimenti statutari per il regolare avvio del Congresso; il saluto ai delegati partecipanti, ai dirigenti sindacali confederali e di categorie Cisl, dell'INAS di Taranto, ai  diversi graditi ospiti - tra cui il dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Taranto, Vito Alfonso. 

L'attenta relazione di Mimma Vozza,  traccia il quadro delle criticità per la scuola, attraverso quattro anni di lavoro, resi ancòr più critici dalla grave pandemia che attraversa, da oltre un anno, il mondo intero. E analizza obiettivi per la didattica, la DAD e la DID, la crescita sociale e relazionale,  gli abbandoni scolastici, i NEET, le difficoltà derivanti per gli apprendimenti per gli studenti di ogni età. Volge lo sguardo ad un presente - con il grande potenziale del PNRR, e ad un possibile futuro migliore.

Aggiorna i tuoi dati per rimanere in contatto con noi e per essere sempre informato sul mondo della scuola, diritti, iniziative, attualità, convenzioni e altre utili notizie.

- AGGIORNA I TUOI DATI 

 


 

Il 3° Congresso della Cisl Scuola Taranto Brindisi, "Disegnare oggi la scuola di domani", si terrà il prossimo 23 novembre dalle ore 9.30 presso il Park Hotel San Michele a Martina Franca (Taranto).

Apertura dei lavori della mattina con le procedure da Statuto, seguiranno la relazione di Mimma Vozza, segretaria generale Cisl Scuola Taranto Brindisi;  gli interventi di Gianfranco Solazzo, segretario generale Cisl Taranto Brindisi; di Roberto Calienno, segretario generale Cisl Scuola Puglia. A seguire, il dibattito con i partecipanti; le conclusion di Lena Gissi, segretaria generale Cisl Scuola; l'approvazione della mozione congressuale.

Al pomeriggio, le operazioni di voto, scrutino e la proclamazione degli eletti.

- La locandina del Congresso

 

MANIFESTAZIONE NAZIONALE CGIL, CISL, UIL

"MAI PIU' FASCISIMI, PER IL LAVORO, LA PARTECIPAZIONE, LA DEMOCRAZIA"

SABATO 16 OTTOBRE 2021

PIAZZA S. GIOVANNI, ROMA

   

   

 

 

Aggiorna i tuoi dati per rimanere in contatto con noi e per essere sempre informato sul mondo della scuola, diritti, iniziative, attualità, convenzioni e altre utili notizie.

A partire da lunedì 18 Maggio 2020, la Cisl Scuola Taranto Brindisi, esclusivamente nella sede di Taranto e  in quella di Brindisi, riprenderà il servizio di apertura al pubblico per la consulenza sindacale solo su appuntamento direttamente:

1. cliccando sull'apposito pulsante

2. dalla pagina Facebook della Cisl Scuola Taranto Brindisi

3. direttamente dal sito dedicato alle prenotazioni on line all'indirizzo: https://www.easybook.cloud/?id=cislscuolatarantobrindisi